Seleziona una pagina

Le figure dello psicologo, dello psichiatra, dello psicoterapeuta, dello psicoanalista e del sessuologo: quali differenze?

Lo Psicologo

Uno psicologo è un dottore in Psicologia che, dopo aver effettuato obbligatori tirocini pre e post lauream, si sottopone e supera un esame di stato che gli permette di iscriversi all’Albo degli Psicologi della specifica regione, diventando a tutti gli effetti uno psicologo. Lo psicologo può occuparsi delle tante aree della materia (clinica, prevenzione, somministrazione di test psicologici, selezione e gestione risorse umane, didattica, processi cognitivi, percezione, riabilitazione, diagnosi, consulenza, sostegno, comunicazione, comunità, ricerca e sperimentazione, sono solo alcuni degli ambiti applicativi) presso enti pubblici e/o privati.

Lo Psicoterapeuta

È uno psicologo o un medico che dopo la laurea ha frequentato una scuola di psicoterapia, venendo abilitato a questa pratica, per esercitare un lavoro più impegnativo e di maggiore ristrutturazione della persona.

Lo Psicoanalista

È un professionista, psicologo o medico, che, tra i vari orientamenti di psicoterapia possibili, ha intrapreso e completato lo studio della psiche umana secondo l’ottica della psicoanalisi. La psicoanalisi è particolarmente nota perché derivante dalla celeberrima figura di Sigmund Freud, ma comunque è solo uno dei tantissimi validi percorsi di psicoterapia oggi presenti.

Lo Psichiatra

È un medico, dunque laureato in Medicina e Chirurgia, che intraprende un percorso di specializzazione post lauream in Psichiatria. La principale differenza, rispetto a uno Psicologo, consiste nel fatto che uno psichiatra valuta esami medici e somministra farmaci, mentre uno psicologo utilizza come principali strumenti di lavoro il colloquio, il sostegno empatico e la somministrazione di test.

Il Sessuologo

Lo stato italiano non vanta ancora una chiara e unitaria regolamentazione della figura professionale del sessuologo, tant’è che è presente il rischio di imbattersi in sedicenti sessuologi privi di specifiche competenze mediche e/o psicologiche. Allo stesso modo, non sono professioni ben regolamentate in Italia nemmeno il coach e il counselor, anche se sono loro severamente vietati interventi tipici della figura dello psicologo e del medico senza una regolare iscrizione ai relativi albi professionali.
Il sessuologo, oltre a potersi occupare degli ambiti relativi alla propria formazione di base (psicologica o medica), tratta le varie difficoltà che possono sorgere relativamente alla sessualità umana, come le disforie di genere, i disturbi parafilici, le disfunzioni sessuali femminili (ad esempio, il disturbo dell’orgasmo femminile, il disturbo del dolore genito-pelvico e della penetrazione) e maschili (disturbo dell’eiaculazione precoce o ritardata, disturbo erettile, per esempio), del singolo o della coppia.

Servono maggiori informazioni? Contattami







Ho letto e acconsento al trattamento dei dati personali - Leggi la privacy policy
Utilizzando questo modulo accetti il salvataggio e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Compila in modulo oppure
chiama il numero 340 9416740